LimeWire, il popolare programma per la condivisione di file è stato chiuso in maniera permanente dalla Corte federale USA. Ma il bello è che è rinato quasi subito, come l’araba fenice. Andiamo con ordine: quattro anni fa la RIAA su mandato di 8 etichette discografiche ha fatto causa a LimeWire presso la Corte distrettuale di Sud New York con l’accusa di facilitare la violazione pervasiva della legge online. Nel maggio scorso il giudice federale Kimba Wood ha stabilito che LimeWire era colpevole di violazione di copyright. A questo punto la RIAA ha proposto due mozioni, una per la chiusura permenente […]

Tags: , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

venerdì, 5 novembre 2010

Il Wi-Fi è libero anche in Italia. Forse

pubblicato da: paolos in: Censura, Normativa

Il Consiglio dei Ministri ha annunciato oggi che il “decreto Pisanu”, in vigore dal 2005 non verrà prorogato dopo la scadenza del 31 dicembre. Si tratta di una norma voluta per contrastare il terrorismo e prevede per chiunque si connette ad una rete Wi-Fi aperta un’identificazione “pesante” attraverso la fotocopia della carta d’identità Dopo una campagna durata due anni, una prima mobilitazione con “La carta dei cento per il libero Wi-Fi” del 2009 e un appello promosso da L’Espresso quest’anno (firmato da 11.761 cittadini e anche da molti politici), finalmente la questione è stata affrontata. La decisione però lascia l’amaro in […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Il Consiglio d’Europa ha presentato all’ultima riunione dell’Internet Governance Forum che si è tenuta a Vilnius un trattato in 12 punti che tende a riconoscere la rete come diritto accessibile a tutti. Come si sa Internet ha un carattere anarchico sin dalla sua creazione: il suo governo però è sempre stato nelle mani del Dipartimento del Commercio USA che ha solo recentemente (nel 2009) lasciato il controllo dell’ICANN ad un comitato formato da supervisori governativi internazionali. L’IGF invece è un forum di consultazione promosso nel 2005 dall’ONU e formato da governi, associazioni e imprese private per discutere di sostenibilità, robustezza, stabilità e sviluppo […]

Tags: , , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

La legge ha poco più di un mese, ma ha già fatto discutere mezzo mondo: il Parlamento ha definitivamente licenziato la normativa che assicura una grande libertà d’espressione. In particolare si tratta della maggiore protezione esistente al mondo per la libertà d’espressione e il giornalismo, cosa che fa dell’Islanda un vero paradiso per il giornalismo investigativo. In realtà la risoluzione, intitolata “Icelandic Modern Media Iniziative”, ha impegnato il governo a redigere dei regolamenti per cambiare la normativa finlandese (14 leggi, tempo previsto: 1 anno). La spinta della deputata Birgitte Jonsdottir è stata quella di rendere trasparente il rapporto tra il […]

Tags: , , ,
| 1 Commento
TrackBack | Permalink

domenica, 25 luglio 2010

Il Partito del pirata crea il primo ISP “pirata”

pubblicato da: paolos in: Copyright, Normativa, Privacy

Il Pirate Partiet ha annunciato la nascita del primo fornitore d’accesso ad internet “pirata”. Come sappiamo il Partito ha ottenuto un seggio al Parlamento europeo alle elezioni del 2009 e in maggio aveva deciso di dare una mano a The Pirate Bay offrendo banda al sito che stava bighellonando in giro per l’Europa in cerca di sistemazione. Ora però il Partito si è mosso un pochino più in là e ha dichiarato di voler creare il primo fornitore d’accesso ad internet – PirateISP – di tipo commerciale per i residenti in Svezia. Ovviamente l’ISP avrà delle caratteristiche particolari, applicando la “filosofia hacker”: il […]

Tags: , , , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

sabato, 17 luglio 2010

E’ giusto regolamentare i motori di ricerca?

pubblicato da: paolos in: Normativa

Il New York Times si è chiesto se è il caso di regolamentare i motori di ricerca per attuare una “neutralità della ricerca”? Gli argomenti degli editorialisti derivano dall’indagine delle agenzie antitrust europee che hanno messo sotto inchesta Google sulla spinta di concorrenti che lo accusano di mettere ai primi posti nelle ricerche i proprio servizi come Google Maps o YouTube. L’accusa è vecchia: il motore di ricerca ha sempre risposto dichiarando che i miglioramenti dell’algoritmo vengono fatti per trovare le migliori risposte alle interrogazioni. Il problema è che l’impatto di Google sul ciberspazio è notevole: se 2/3 delle ricerche […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

L’annuncio era atteso: da ieri l’accesso alla banda larga è ufficialmente un diritto legale in Finlandia. Dopo le promesse di vari governi, i piani dell’UE per sconfiggere il “digital divide” entro il 2013 anche nella aree rurali, in Finlandia c’è una certezza: ogni cittadino ha il diritto di avere una connessione da 1 Mbps. I piani futuri sono anche più ambiziosi e parlano di connettere tutti a 100 Mbps per il 2015. Questo significa che i provider sono ora obbligati a fornire questo tipo di accesso (a prezzi ragionevoli) a chiunque ne faccia richiesta. L’autorità finlandese per le comunicazioni (FICORA) […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

La Commissione europea ha preso la decisione di emanare delle norme tecniche per armonizzare l’assegnazione delle frequenze radio nella banda a 800 MHz nell’Unione. Fino ad ora nella maggior parte degli Stati membri la banda a 800 MHz è stata utilizzata per la diffusione della TV terrestre, ma è in corso il passaggio al digitale terrestre che dovrebbe compiersi in tutti i paesi membri al più tardi nel 2012. Questo passaggio libererà una quantità di spettro senza precedenti, noto come “dividendo digitale”. Le nuove norme stabiliscono che, qualora tale banda non venga più utilizzata per i servizi televisivi, debba essere messa a disposizione […]

Tags: , , , , ,
| 4 Commenti
TrackBack | Permalink

martedì, 20 aprile 2010

Tre telecom europee contro Google, ma l’UE la difende

pubblicato da: paolos in: Google, Normativa

Tre “telecom” europee si sono scagliate contro Google con l’accusa di consumare troppa banda con YouTube. Il raporto di Google con molti provider internet si sta insomma facendo molto caldo perchè il traffico di YouTube sta esplodendo. La paura delle compagnie telefoniche è quella di essere ridotte al rango di “stupidi possessori di tubi” poichè il colosso della ricerca e della pubblicità via web non paga nulla agli operatori di rete per trasportare i propri contenuti. Le Telecom stanno spendendo miliardi di € per migliorare le infrastrutture, sia fisse che mobili, in modo da incrementare la capacità di banda, ma alcuni di […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

La Digital Economy Bill nel Regno Unito è stata definitivamente approvata dal parlamento del Regno Unito. Si tratta dell’ennesimo attacco alle libertà in rete dopo la legge dei 3 avvisi prima della disconnessione in Francia, di IPRED in Svezia e l’ormai famoso “Great firewall” in Cina. La nuova legge inglese è stata approvata dopo un processo legislativo veloce chiamato “wash-up” che si usa solitamente per licenziate testi che non sucitano opposizioni alla fine della legislatura. Forse non era la procedura adatta in questo caso, visto che di opposizione questa legge ne ha suscitata molta: 38 Degrees, Open Rights Group hanno organizzato l’invio […]

Tags: , , ,
| 1 Commento
TrackBack | Permalink
Pagina 1 di 41234