venerdì, 24 settembre 2010

Il ridisegno di Digg è un disastro: -26% in USA

pubblicato da: paolos in: Informazione, Social network

Digg ha lanciato da poche settimane (il 25 agosto) la nuova versione (v4) della propria piattaforma: il ridisegno rischia di essere ricordato come il peggiore di tutti i tempi. La nuova interfaccia prometteva più velocità nel compiere qualsiasi azione, la possibilità di personalizzare la propria esperienza e nuove funzionalità per la condivisione degli articoli agli amici. Nel video qui sopra la spiegazione. Il risultato è -26% degli utenti USA e -34% di quelli UK da fine agosto ad oggi (dati di HitWise). Digg è corsa ai ripari, sistemando la piattaforma con le richieste degli utenti, ma sembra che il declino non […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

La legge ha poco più di un mese, ma ha già fatto discutere mezzo mondo: il Parlamento ha definitivamente licenziato la normativa che assicura una grande libertà d’espressione. In particolare si tratta della maggiore protezione esistente al mondo per la libertà d’espressione e il giornalismo, cosa che fa dell’Islanda un vero paradiso per il giornalismo investigativo. In realtà la risoluzione, intitolata “Icelandic Modern Media Iniziative”, ha impegnato il governo a redigere dei regolamenti per cambiare la normativa finlandese (14 leggi, tempo previsto: 1 anno). La spinta della deputata Birgitte Jonsdottir è stata quella di rendere trasparente il rapporto tra il […]

Tags: , , ,
| 1 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 27 luglio 2010

Tutti pazzi per Flipboard, il primo “giornale sociale”

pubblicato da: paolos in: Informazione, Social network

Flipboard, autodefinitosi “il primo giornale sociale del mondo”, è disponibile gratuitamente da pochi giorni per iPad e già tutti ne vanno matti. L’applicazione connette l’utente con Facebook e Twitter (principalmente), poi utilizza le informazioni trovate, oltre alle fonti giornalstiche più popolari (che si possono impostare), per costruire un magazine con un’interfaccia famigliare, stile periodico. Flipboard  è semplice da sfogliare con il gesto di un dito: tutto quello che è condiviso su Facevook diventa un nuovo articolo, mentre foto e video riempiono lo spazio loro dedicato. L’applicazione insomma è una rivista fluida, non periodica, costruita sul momento grazie alle preferenze dell’utente, implicite nel suo […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Google lancia una sfida diretta ad iTunes e si prepara ad entrare nel mercato della distribuzione di notizie e musica a pagamento. Un’esclusiva di Repubblica ha portato alla luce la piattaforma Newspass, attraverso la quale il gigante di Mountain View si propone come infrastruttura per l’intermediazione tra i lettori e gli editori. L’idea è quella di proporre in seguito al risultato di una ricerca un pulsante “paga” sulla falsariga del “like” di Facebook: sarà quindi possibile pagare notizie per un importo anche piccolissimo e comperare anche solo un articolo o un contenuto multimediale (foto, audio, video), grazie al collegamento con la […]

Tags: , , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

mercoledì, 16 giugno 2010

Siamo maturi per le Slow News?

pubblicato da: Antony Star in: Informazione, Online media, Social network

Incuriosando (www.incuriosando.com) compie cinque anni. Lo so, vi starete chiedendo come mai vi parli di Incuriosando e non di “slow news” così come recita il titolo dell’articolo. Lo capirete presto se vi andrà di seguire la piccola evoluzione che abbiamo avuto in questi cinque anni. Quando ho fondato Incuriosando (5 anni or sono per l’appunto), mi sono chiesto cosa avrei potuto fare io nel mio piccolo per il variegato mondo dell’informazione. Io che non leggevo più i giornali da anni, che non guardavo (ma non ricordo di averlo mai fatto) i TG per intero, io in perenne contrasto con il […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

martedì, 15 giugno 2010

Google e YouTube si danno al giornalismo

pubblicato da: paolos in: Google, Informazione, Video, YouTube

Google e YouTube hanno annnciato alcuni “esperimenti” giornalistici che potrebbero essere significativi nell’ambito dei servizi offerti ai navigatori. Google News ha fatto partire “Editors’ Picks” ed è una piccola rivoluzione: si tratta di un’area del sito in cui le notizie non sono ordinate con algoritmi automatici ma inserite dalla mente umana. Una breccia insomma nel dogma del motore di ricerca di puntare sull’automatismo, sugli algoritmi neutri per non scontentare nessuno. Il meccanismo prevede la possibilità di editori partner (per ora una dozzina) di proporre particolari articoli a cui è offerta una vetrina all’interno di Google News, ponendosi al di fuori […]

Tags: , , , , , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Yahoo! ha raggiunto un accordo per acquistare Associated Content, un serbatorio di contenuti realizzati da freelance a basso costo. Il sito che è popolato da 380.000 contributori che ogni mese realizzano 50.000 pezzi tra articoli testuali, foto, audio e video entrerà così nel circuito di Yahoo! per rifornire di contenuti tutti i siti del gruppo. Il meccanismo fino ad ora si è basato sulla pubblicità: i giornalisti sono pagati grazie all’introito degli inserzionisti che inseriscono pubblicità sul sito grazie ai 30 milioni di visitatori mensili del sito. AC paga un tot (da 1,5 $ a 2 $ a seconda dell’anzianità) […]

Tags: , , , , , ,
| 1 Commento
TrackBack | Permalink

mercoledì, 21 aprile 2010

Nasce “Il post”, newsmagazine online 2.0

pubblicato da: paolos in: Aggregatori, Blog, Informazione

Da ieri, 20 aprile, è online “Il Post” sfida italiana all’Huffington post, ovvero un nuovo newsmagazine online. Non si dice “giornale online” perchè porta male: tutti ricordano le scarse fortune de “Il nuovo”, uno dei primi giornali online lanciato in pompa magna da e.biscom e chiuso pochi anni dopo. Il post è diverso: non si basa sulla redazione “pesante” (Il nuovo aveva un modello da giornale affermato con 35 giornalisti in organico) e con solo 5 redattori scelti tra 350 ragazzi che hanno risposto in rete all’annuncio cerca di mettere insieme il meglio della rete. Luca Sofri, uno dei blogger […]

Tags: , , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

sabato, 27 marzo 2010

Murdoch svela i piani per il Times a pagamento

pubblicato da: paolos in: Informazione

Il Times di Londra ha annunciato i propri piani per passare ad un modello a pagamento per le versioni online dei propri giornali. Il Times e il Sunday Times a giugno migreranno infatti su due nuovi siti: www.thetimes.co.uk e www.thesundaytimes.co.uk, che saranno leggibili entrambi con con un pagamento giornaliero di 1 £ (1,10 €) o per l’intera settimana a 2 £ (2,20 €). Contemporaneamente l’attuale sito unico dei due giornali, www.timesonline.co.uk  sarà chiuso. I due nuovi siti invece saranno disponibili gratuitamente per un periodo di prova. “In un momento critico per il giornalismo, questo è un passo cruciale per fare delle notizie un business […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink

Alcune novità su Google News contribuiscono a rendere più interessante il servizio. La prima è la capacità di creare la propria sezione di notizie personale, che va ad aggiungersi alla possibilità di modificare l’aspetto dell’homepage. Questo è possibile a partire dalle pagine di Google News in inglese (quelle di Australia, Canada, India, Irlanda, Nuova Zelanda, Regno Unito, USA) ed è fattibile semplicemente impostando una ricerca: il risultato sarà automaticamente inserito nella sezione personale. Quest’ultima poi può essere inserita nell’elenco di Google e può essere utilizzata anche da altri utenti, un po’ come succede per le mappe personalizzate. Alcuni esempi sono Space […]

Tags: , ,
| 0 Commento
TrackBack | Permalink
Pagina 1 di 3123