Avete bisogno di rendere multilingua il vostro sito  costruito in WordPress ma non sapete come fare? Ecco una serie di plug-in che possono fare al caso vostro.

WPML

WPML

Il più completo sistema per rendere il vostro sito multilingua è WPML Multilingual CMS: permette di tradurre ogni aspetto del vostro sito in più lingue. In pratica è in grado di moltiplicare gli articoli e le pagine del sito per le lingue che avete scelto in modo che sia il titolo, sia l’URL, sia il contenuto, sia i metatag siano differenti. Le varie traduzioni si possono presentare come sottodomini (en.nomesito.ext), come cartelle (nomesito.ext/en/) o in modalità query (nomesito.ext/?lang=en). E’ possibile poi tradurre anche categorie e tag, mentre per la parte pubblica è disponibile un widget con bandierine e nome lingua per scegliere la propria. Ampie le possibilità di personalizzazione del plugin: esiste anche un portale di supporto per WPML e sono stati creati anche plugin del plugin per alcune particolari funzionalità.

qTranslate

qTranslate

qTranslate è il secondo in classifica. Il livello di dettaglio è quasi uguale a quello del precedente plugin, ma in questo caso abbiamo un approccio diverso: le pagine e gli articoli sono trattati come un’unica entità al cui interno sono presenti le diverse traduzioni. Il vantaggio è quello di avere tutto immediatamente sott’occhio, lo svantaggio è quello di non poter avere URL e metatag completamente personalizzabili. Anche con questo plugin è possibile avere categorie e tag tradotte, è disponibile un widget per la scelta della lingua nella parte pubblica e sono attive le stesse tre modalità di settaggio dell’URL. Allo stesso modo esistono plugin del plugin per aggiungere funzionalità: il sito di riferimento è quello dello sviluppatore qianqin.
xLanguage

xLanguage

xLanguage è la terza alternativa: come impostazione ricalca quella del precedente: la pagina o l’articolo rimane uno solo con all’interno le varie traduzioni. Il sistema adottato è però differente: anzichè un’interfaccia sviluppata per ogni lingua qui sono disponibili dei pulsanti all’interno dell’editor con i quali evidenziare quale parte del testo appartiene ad una determinata lingua o ad un’altra. URL e metatag non sono quindi personalizzabili. E’ possibile invece tradurre categorie e tag, è disponibile un widget/selettore della lingua nella parte pubblica ma è possibile settare gli URL solo in due modi: prefisso (nomesito.ext/lang/en/URLarticolo/) o postfisso (nomesito.ext/URLarticolo/lang/en/). Una guida per gli utenti è disponibile al sito del progetto xLanguage

Naturalmente esistono altri plugin per il multilingua o solamente per avere traduzioni sul proprio sito WordPress: è possibile trovarli nella Plugin Directory.